Perfect day

Sii felice un istante. Questo istante è la tua vita.
Omar Khayyam

velaE poi, inaspettata, la giornata perfetta arriva. Il mare è blu come dovrebbe essere, il cielo terso senza accenno di nuvole e la costa si allontana e finalmente la vedi, da fuori e da lontano. Osservi il profilo delicato delle colline e la vegetazione al suo culmine estivo. Vedi la rocca, con i suoi occhi chiusi, là, in cima al promontorio e riconosci quel posto preciso in cui la pietra ti accoglie come la mano di un gigante tenero, quel posto dove per anni e anni hai immaginato storie, letto, sognato, respirato il respiro del mare; e ora, mentre gli altri restano, tu vai, e il sole ti picchia addosso e il vento è clemente, buono e giusto. La temperatura dell’acqua quando ti tuffi, non è troppo calda né troppo fredda e il buio blu si spalanca ad accoglierti con i suoi misteri svelati. Te ne stai lì, dopo aver nuotato, a farti portare da questa barca bianca e senza fronzoli, e intorno non c’è niente, nessun motore acceso, nessun rumore, nessuna voce, solo il suono dell’acqua che sciaborda contro la chiglia e lo schiocco delle vele a qualche raffica di vento improvvisa, e mentre i pensieri si allontanano e svaporano dalla testa e tutto consiste- luce, aria, acqua, cuore, testa e muscoli, tutto arreso e finalmente in pace- un branco di delfini spacca la superficie dell’acqua e salta dentro e fuori. E tu pensi: tutto sarebbe così semplice. Sei nel posto dove vuoi essere, con qualcuno che emana un calore solido al tuo fianco e che ti fa sentire presente, e al sicuro. Tieni la mano stretta al timone e fai rotta verso un faro. E’ così che voglio vivere, pensi ancora. Il passato il presente e il futuro in equilibrio e anche se lo sai che presto sarà finita, che dovrai tornare a terra, riportare il tuo piccolo corpo sulle strade, trascinarti dietro una valigia e ricominciare ad arrancare per far combaciare luoghi e volti e cose, adesso hai l’assurda ma incrollabile certezza che questo momento si ripeterà. Lo possiedi, e non puoi perderlo. Anche se lo sai che la vita sempre si lascia pezzi, frammenti e residui alle spalle e si scrolla di dosso l’inessenziale facendoti perdere l’equilibrio, la cosa lucida e viva che ti avvolge in questo momento è vera. E’ impossibile che ti scivoli di mano. Perche il tempo perfetto non è una biglia di vetro o una conchiglia strappata al mare. E’ sangue e ossigeno. E ce li hai dentro. Ancora.

delfino

Annunci

6 commenti on “Perfect day”

  1. lilith70 ha detto:

    ho il cell scarico.

    simona simona, io a te ti menerei. ecco.
    😉

    (ti do un bacio. forte forte. diocane)

  2. accalarenzia ha detto:

    Che bello …… bisogna essere bravi per vivere un giorno perfetto.
    Spero di esserne all’altezza anch’io prima che l’estate finisca.

  3. ghiaccioblu ha detto:

    lilita lilita, che cosa vuoi che ti dica? 😉

    accalarenzia: ma i giorni perfetti si accendono mica solo d’estate…!

    s

  4. accalarenzia ha detto:

    Vero.
    Però in estate è più bello.

    No?

  5. nandoneddu ha detto:

    io ho visto queste cose:)

  6. utente anonimo ha detto:

    Vero!Esiste la giornata perfetta,è rara ma molto spesso ci dimentichiamo delle cose che vorremmo ricordare.Stesso mare,stesso mese d’Agosto,stesso giro in barca,stesso bagno e stesse emozioni..
    Grazie per avermela descritta così bene,è stato come rivedere un caro,vecchio film molto amato.
                anonima di talamone


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...