Giornata della memoria

leiL’anno scorso, sul treno per Auschwitz partito dal campo di Fossoli c’ero anch’io; quest’anno, mando un saluto a lei, la ragazzina di queste immagini, qualunque sia stato il suo nome, qualunque sia stata la sua storia, la sua vita, prima. So solo che aveva 14 anni, il giorno in cui è morta ad Auschwitz: nella foto che ho scattato c’è un’ombra a nascondere il suo nome.

La Fondazione Fossoli.

PS Carlo Lucarelli l’ha riconosciuta e mi ha segnalato il suo nome: questa bambina si chiamava Czeslawa Kwoka, e qui c’è la sua storia.

Annunci

3 commenti on “Giornata della memoria”

  1. utente anonimo ha detto:

    Restituiamole un nome e un’identità. Si chiamava Czeslawa Kwoka, era polacca e aveva 14 anni. E’ morta tre mesi dopo essere arrivata ad Auschwitz assieme a sua madre Katarzyna (morta il mese prima). Nella foto ha un taglio sotto le labbra: glielo ha fatto una kapò tedesca con una bastonata perché era troppo terrorizzata per farsi fotografare. Dopo si è asciugata il sangue e le lacrime e si è fatta fotografare. Questi sono i ricordi di Wilhelm Brasse, il detenuto polacco che scattava le fotografie. La storia di Czeslawa si trova su Wikipedia, digitando il suo nome e il suo cognome. Non ci sono molte cose, ma da quelle ognuno può immaginarsi il resto… è anche questo un modo per ridarle la vita.
    Carlo Luc.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...