libera donna – petizione

Caro Veltroni, caro Bertinotti, cari dirigenti del centro-sinistra tutti,
ora basta!
L’offensiva clericale contro le donne – spesso vera e propria crociata bigotta – ha raggiunto livelli intollerabili. Ma egualmente intollerabile appare la mancanza di reazione dello schieramento politico di centro-sinistra, che troppo spesso è addirittura condiscendenza.
Con l’oscena proposta di moratoria dell’aborto, che tratta le donne da assassine e boia, e la recente ingiunzione a rianimare i feti ultraprematuri anche contro la volontà della madre (malgrado la quasi certezza di menomazioni gravissime), i corpi delle donne sono tornati ad essere “cose”, terreno di scontro per il fanatismo religioso, oggetti sui quali esercitare potere.
Lo scorso 24 novembre centomila donne – completamente autorganizzate – hanno riempito le strade di Roma per denunciare la violenza sulle donne di una cultura patriarcale dura a morire. Queste aggressioni clericali e bigotte sono le ultime e più subdole forme della stessa violenza, mascherate dietro l’arroganza ipocrita di “difendere la vita”. Perciò non basta più, cari dirigenti del centro-sinistra, limitarsi a dire che la legge 194 non si tocca: essa è già nei fatti messa in discussione. Pretendiamo da voi una presa di posizione chiara e inequivocabile, che condanni senza mezzi termini tutti i tentativi – da qualunque pulpito provengano – di mettere a rischio l’autodeterminazione delle donne, faticosamente conquistata: il nostro diritto a dire la prima e l’ultima parola sul nostro corpo e sulle nostre gravidanze.
Esigiamo perciò che i vostri programmi (per essere anche nostri) siano espliciti: se di una revisione ha bisogno la 194 è quella di eliminare l’obiezione di coscienza, che sempre più spesso impedisce nei fatti di esercitare il nostro diritto; va resa immediatamente disponibile in tutta Italia la pillola abortiva (RU 486), perché a un dramma non debba aggiungersi una ormai evitabile sofferenza; va reso semplice e veloce l’accesso alla pillola del giorno dopo, insieme a serie campagne di contraccezione fin dalle scuole medie; va introdotto l’insegnamento dell’educazione sessuale fin dalle elementari; vanno realizzati programmi culturali e sociali di sostegno alle donne immigrate, e rafforzate le norme e i servizi a tutela della maternità (nel quadro di una politica capace di sradicare la piaga della precarietà del lavoro).
Questi sono per noi valori non negoziabili, sui quali non siamo più disposte a compromessi.

Si firma qui.
Sarebbe bello se firmassero anche tanti uomini visto che l’aborto è un intervento sul corpo delle donne, ma il concepimento è una roba che avviene se almeno un uomo è presente.

Annunci

11 commenti on “libera donna – petizione”

  1. ghiaccioblu ha detto:

    Precisazione: a parte che per la religione cattolica, lì pare che l’uomo possa anche essere assente.

  2. matrix1963 ha detto:

    Ho letto attentamente il tuo post e, anche se maschietto, mi sono sentito in dovere di appoggiare la causa di voi donne. Il rispetto e la dignità non hanno sesso. Ho accolto il tuo invito e firmato. Ciao 🙂 Stefano

  3. ankor ha detto:

    l’aborto è stato un esperienza tremenda per me e per mia moglie.
    Se avessimo anche subito l’irruzione poliziesca all’ospedale penso che li avrei presi a bastonate.
    Quale giudice mi avrebbe mai dato torto?
    Un paese senza rispetto del dolore è un paese in declino.

  4. DevilsTrainers ha detto:

    firmato senz’altro. e non solo perché “questi ce stanno a pijà pe’ culo”.

    sì, “almeno un uomo”… 🙂

    peter

  5. Achille81 ha detto:

    Fatto….
    ma non è angosciante questa sensazione di ritrovarse nel bel mezzo del Medio Evo ?
    Sono esausto…..

  6. cervellatore ha detto:

    Carissima Simona, firmerei senz’altro,ma non credi che questa campagna sia tutta architettata nper spaccare il neonato partito democratico ? e adesso questa nuova lista di ferrara… indebolire anhe il CDU ? Se Bertinotti el la sinistra radicale non ne fa una campagna in questo momento non potrebbe essere per non indebolire ulteriormente le forze di contrasto al centrodesta? Comunque mi pare che la ministra Livia Turco sia stata già chiara. La 194 non si tocca. Fai sapere che ne pensi al riguardo.
    saluti

  7. SlyClementine ha detto:

    Firmato. Ieri sera ho visto Buttiglione per tivù. Diceva che noi donne non siamo tutte favorevoli all’ aborto e che sarebbe ora di dare la parola all’ altra metà delle donne. Beh, avesse mandato una di quelle signore a parlare in studio… Da conato, veramente…

  8. ghiaccioblu ha detto:

    cervellatore: sì, lo credo. ma ti svelerò un segreto: nonostante il terrore di un certo ritorno… il neonato partito democratico non riscuote le mie simpatie. è chiaro che la 194 non si discute, ma giocare le partite sul corpo e sulla vita degli altri fa comunque schifo. inoltre, il primo punto per me è la RU486 adottata in tutti i Paesi Civili. E appunto non in Italia.

    SlyClementine: Buttiglione me lo sono perso. Io ho visto Trenta giorni di buio, un film di vampiri. (O forse era lo stesso programma?)

    Achille81: sì. Middle Ages. (PS Ti ho scritto. Ci vediamo a Roma sett prox?)

    s

  9. utente anonimo ha detto:

    Firmato. sono d’accordo sullo schifo.

  10. farewell88 ha detto:

    Salve! Ho trovato per caso questo blog, mentre cercavo in internet informazioni su di lei. Mi chiamo Chiara Spagnoli, sto diventando una sua appassionata lettrice anche se l’ho ho “scoperta” di recente…grazie ad un esame di letteratura moderna e contemporanea, che mi ha spinta a catapultarmi, fra le altre, anche nelle sue opere.
    Complimenti soprattutto per “Dei bambini non si sa niente”…per me, nella lettura, è raro provare un coinvolgimento emotivo così tanto forte come quello che mi ha provocato questo romanzo. Quindi, grazie.
    P.S. Questa petizione già la firmai tempo fa tramite MicroMega.
    Buon lavoro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...