"Il romanzo è un uomo sconosciuto e io devo trovarlo…"
Graham Greene, Caccia al personaggio

C’è il Bosco Buio, c’è il Cimitero dell’Ombra Perpetua, c’è la Casa del Vento e il Lago Basso. Una nuova storia che arriva proprio nel momento in cui avevo deciso che altre storie di quel genere – narrativa, insomma – non ci sarebbero più state per un bel pezzo. Ma evidentemente, è questo il mio modo di organizzare le esperienze, di riflettere, di dare una forma possibile alle cose indefinite del mondo, a quello che accade dentro e a quello che accade fuori. C’è chi sceglie di diventare uno scrittore perché ama i libri. E c’è chi non sceglie niente, e perché scrive non lo sa bene neanche lui. Io scrivo perché ho bisogno di raccontarmi delle storie, mi serve per capire, per accettare, per combattere, per vivere. L’ho sempre fatto, da quando ero una bambina. Appoggio la testa sul cuscino, la sera, e le storie, insieme alle parole, arrivano. Per questo dico che sono la parte più segreta di me.

Annunci

One Comment on “”

  1. ginevro ha detto:

    bellissimo…non smettere mai di scrivere, smetteresti di provare sentimenti forti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...