Quando poi le cose che hai scritto diventano un libro, una cosa che si vende e si compra, che si espone nelle librerie, che tutti possono sfogliare, commentare, amare o odiare o ignorare, cose che come un qualsiasi prodotto commerciale devi andare in giro a presentare allo stesso modo che se fossero prosciutti, aspirapolvere, mutande col buco, caramelle, tappeti, ecco, in quel momento ti sdoppi. E anche quelle cose, quel libro, si sdoppiano: sono parte di te, la parte più segreta, quella più vera, sono un pezzo della tua vita e della tua fatica, e allo stesso tempo no, allo stesso tempo sono altro da te, se ne vanno da te e diventano di tutti quegli altri che il caso gli farà incontrare. E tu un po’ soffri il distacco, un po’ ti senti sollevato, che è di nuovo tempo di mettersi in marcia, e di pensare ad altro. Ed è anche per questo che per me, il momento più duro arriva adesso, quando qualcuno mi chiede di raccontare, di spiegare, di approfondire. Il libro è lì. E’ solido, ha le sue 228 pagine di caratteri stampati. Dice quello che deve dire, nel preciso modo in cui deve dirlo. Tu -Io- non c’entri più.

In corpo, da ieri mattina, l’epatite A e la Febbre gialla. Tra due settimane, epatite B, antitetanica e tifo. L’Africa si avvicina. E’ una sensazione strana, sapere di avere la Febbre gialla. Adesso che ci penso, mi piacerebbe avere anche la Dengue. E’ esotico. Erotico. I virus mi hanno sempre affascinata: un altro che ti cammina dentro.

Annunci

9 commenti on “”

  1. lilith70 ha detto:

    non avvicinarti a me finchè sei così radioattiva.

    🙂

    ti abbraccio. ho voglia di vederti.

  2. utente anonimo ha detto:

    lilith: infatti se aspettiamo ancora un po’ finisce che vado in Africa, prendo la malaria o la meningite, muoio e tu non mi vedi più perdavero…

    ghiaccioblu
    s.

  3. cloudboy25 ha detto:

    Ho appena finito di vedere lo streming della puntata di TV7 🙂 Sei proprio come mi aspettavo che fossi. Sulla trasmissione meglio tacere, qualche buono spunto, ma ormai non si riesce nemmeno più a fare approfondimento senza rimandare l’ennesimo video morbosetto. Bah.
    Tu però sei magnetica.
    Ed è in questi momenti che mi arrabbio, perché quanto saremmo tutti migliori se in televisione si vedessero più spesso personalità come te o Galimberti o la Hack o che so io. Credo che si educhi attraverso l’esempio, perché l’esempio è gravido di sottotesti; e il sotottesto che è passato grazie a te è stato: c’è un’altra strada, si può essere giovani, belle, intelligenti e scrittrici e finire per questo in televisione. Sentirti dire: “Io faccio la scrittrice” con quella naturalezza e consapevolezza è stato, per come vanno le cose ora nel sistema televisivo, qualcosa di “rivoluzionario”. Grazie!

  4. utente anonimo ha detto:

    i tuoi libri non sono affatto la parte più segreta di te.
    b carefull

  5. Soriana ha detto:

    Acquistato ieri il tuo libro, l’ho iniziato oggi. Ero certissima che non mi avrebbe deluso: sto correndo, camminando, dormendo sul ciglio della provinciale con quella ragazza. E mi chiedo da dove vengo, e non so dove sto andando. Sono quella ragazza.

    Estremamente coinvolgente, Simona. Sei davvero una scrittrice eccellente…
    Milvia

  6. ilgiovaneHolden ha detto:

    sette.la stanza da letto è da quella parte.

  7. bagar ha detto:

    Partirai per l’Africa e non mi avrai scritto. Va che sei un bel tipo…. Abbracci
    barbara

  8. ghiaccioblu ha detto:

    cloudboy:grazie a te. in quel momento ero posseduta da una cosmica rassegnazione che si è tramutata in una calma sovrannaturale e insperata ( data la situazione).

    anonimo: e invece sì. :-* b carefull U 2

    Milvia:grazie.

    giovaneholden: eh?

    barbara: lo so, sono pessima. non riesco neanche a trovare il tempo di telefonare a mia zia. o di andare a trovare il gatto. ma ti scrivo, prima o poi ti scrivo.

    s

  9. utente anonimo ha detto:

    “I virus mi hanno sempre affascinata: un altro che ti cammina dentro.”

    va’ a raccontarlo a un malato di aids, vedi come ti sputa in faccia!
    c.b.

    cancella anche questo post mi raccomando!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...