gru

Su L’Espresso di questa settimana un articolo interessante: La Camorra alla conquista di Parma. Anche per capire meglio chi è che ci sta seppellendo -allegramente- sotto il cemento. Con nomi e cognomi. E con una bella cartolina dal 2003, una pagina di sceneggiatura bell’e pronta: il luogo è  il ristorante di un grande albergo romano, al tavolo sono in quattro: un costruttore di Parma, Aldo Bazzini; un agente immobiliare della stessa città, Alfredo Stocchi; poi c’è Pasquale Zagaria, la mente economica dei casalesi…e c’è infine il presidente del consiglio comunale e consulente del ministro (Lunardi).

Un’allegra combriccola e una bella torta da spartirsi. Si stanno ancora leccando le dita. E la torta, mica è finita…

Da leggere anche il colloquio con il pm antimafia Raffaele Cantone: Quando la camorra conviene. Nel riquadro a destra della pagina linkata.

Annunci

2 commenti on “”

  1. Batsceba ha detto:

    Parma è al centro di molte mafie. Strano destino per una città che è stata dichiarata la città dove si vive meglio qualche anno fa…
    L’Espreso ogni tanto, sempre più raramente ci illumina.
    peace and love

  2. ghiaccioblu ha detto:

    cara batsceba: mafie+camorra+variein tema non è = a viver male. Non nell’immediato. Come dice il pm Cantone, ad esempio, un cantiere gestito dalla camorra è spesso un cantiere più sicuro…i problemi sorgono nel lungo periodo. Queste notizie erano già uscite sul Mattino di Napoli, sul Gazzettino di Parma e su altri quotidiani minori, ma a spizzichi e bocconi, qui c’è una ricostruzione un po’ più ampia. L’espresso fa sovente – per non usare “spesso” che odio le rime- abbastanza bene il suo lavoro, secondo me. Usando i collaboratori giusti.

    a presto.
    s.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...