"Se avessi una pistola la userei, mi sparerei un milione di volte al giorno."

"C’è un’enorme dose di tensione nello stare con uno che muore ogni giorno. E’ un perenne ospizio; il senso di lutto è troppo estremo. E’ la mia specialità, forzare i limiti, mettere le persone costantemente alla prova. Nessuno può superare l’esame, è questo il punto. Alla fine cedono, mi lasciano, e io le disprezzo."


Per favore, mantenete la calma, A.M.Homes dalla raccolta di racconti Cose che bisognerebbe sapere

Questo racconto mi fa morire dal ridere ogni volta che lo rileggo. Sarà che il protagonista mi somiglia molto. Troppo. Sarà che mille volte ho detto -e pensato- le cose che dice- e pensa- lui. Forse per questo, tutte le persone che conosco e alle quali l’ho letto ad alta voce- la voce strozzata e gli occhi pieni di lacrime per il gran ridere- si sono limitate ad alzare un sopracciglio e a fare una smorfia. Sì, stare con uno che muore ogni giorno è un perenne ospizio. E infatti, quando è capitato a me di stare dall’altra parte, sono scappata a gambe levate e lui – lei, loro- ha potuto disprezzarmi in allegria.

"L’ho sposata prima di esserne innamorato. In luna di miele siamo andati in California. Lei aveva in mente Disneyland, Carmel, Big Sur, un viaggio in macchina risalendo la costa- divertimento. Io speravo in un terremoto, un incendio nella boscaglia, una frana- disastro."

Ridendo, nonostante.

Annunci

2 commenti on “”

  1. lilith70 ha detto:

    mi piace. mi sa che lo compro. un pochino mi ci riconosco anch’io đŸ™‚


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...