Non c’è nessun Dio, disse Ely.
No?
Non c’è nessun Dio e noi siamo i suoi profeti.


The road. L
eggo Cormac McCarthy in lingua originale. Un inglese terso, preciso. Leggo di notte, nel silenzio, solo una piccola lampada accesa sulla pagina, il dizionario appoggiato di fianco, in caso capiti una parola che non conosco.

Quando si svegliò nel bosco nelle tenebre e nel freddo della notte si sporse per toccare il bambino che dormiva di fianco a lui. Notti più buie delle tenebre e i giorni sempre più grigi di quelli che li avevano preceduti. Come i sintomi iniziali (inizio) di un freddo glaucoma che incominciava ad offuscare il mondo.

(…)

Posso farti una domanda? disse.
Sì. Certo.
Moriremo?
Un giorno. Non adesso.
E stiamo sempre andando verso sud.
Sì.
E quindi farà caldo.
Sì.
Okay.
Okay cosa?
Niente. Okay e basta.
Ora dormi.
Okay.
Sto per spegnere la lampada, d’accordo?

Sì, okay.
E poi, più tardi, nel buio: Posso chiederti una cosa?
Sì, certo che puoi.
Cosa faresti se io morissi?
Se tu morissi vorrei morire anch’io.

Per stare con me.
Sì, per stare con te.
Okay.

Sapeva solo che il bambino era la sua garanzia*. Disse: se lui non è la parola di Dio Dio allora non ha mai parlato.

Ho aspettato che il mio romanzo fosse quasi alla fine. Perché lo sapevo che c’era qualcosa, qui, che dovevo leggere in un momento preciso: questo. Non prima. Non dopo.

*warrant. Non so tradurlo meglio di così.

PS1: una recensione sul New York Times, ma forse è meglio leggerla dopo che si è letto il libro.
PS Pare che nelle prossime settimane Cormac McCarthy apparirà per la prima volta in tv, nell’ Oprah Winfrey Show. Finché non lo vedo, non ci credo.

Annunci

17 commenti on “”

  1. contenebbia ha detto:

    Se vedo questa, McCarthy in un talk-show, i casi sono due: o il Nostro ha deciso di comprar Dallas e poi bruciarla per godersi lo spettacolo delle luci di un tramonto rosso sangue (e quindi gli servono ancora un po’ di soldi) oppure, davvero, sta per arrivare l’Apocalisse.

  2. ghiaccioblu ha detto:

    Se leggi il libro… la seconda.

  3. lilith70 ha detto:

    t’invidio. l’inglese non lo leggo. non vedo l’ora esca in italia. se mccarthy compare in tv spero dia fuoco a ophra. poi a dallas. e poi mi siedo e aspetto l’apocalisse. 🙂

  4. utente anonimo ha detto:

    io l’ho letto in dicembre e, secondo me, è il suo libro migliore dai tempi di blood meridian. Anzi, forse il più bello in assoluto.

  5. DevilsTrainers ha detto:

    la multimilionaria Oprah Winfrey ha un grande merito: aver recitato (molto bene) in Beloved, di J. Demme [http://italian.imdb.com/title/tt0120603/].
    se è vero che McCarthy andrà… ne avrà almeno due, di meriti.

    (che bella cosa, il “timing”…)

    p.

  6. utente anonimo ha detto:

    certo se McCarthy andrà da Oprah sarà per vendere libri. Se passi da lei qualunque cosa diventa un best seller. Anzi, anche se non ci passi. Franzen diventò famoso proprio perché, caso unico, seppur invitato rifiutò pubblicamente di andare al talk show di Oprah.

  7. Achille81 ha detto:

    Devo andare alla feltrinelli international insomma….
    che ne dici di warrant: salvezza ?

  8. utente anonimo ha detto:

    oppure il garante?
    Senza privacy ovviamente, anche perchè tra un anno la garanzia potrebbe scadere.

    covered warrant

  9. utente anonimo ha detto:

    McCarthy ieri appena vinto il premio Pulitzer per “The Road”.

    e i fratelli Coen stanno girando un film tratto da “No Country for Old Men”. Qualcosa mi dice che il film sarà meglio del libro

  10. utente anonimo ha detto:

    scusate il post zoppicante di prima. Colpa della fretta 😉

  11. lilith70 ha detto:

    utente anonimo: i gusti son gusti, certo, e i fratelli coen son bravi, ma il libro,mi spiace, è un gran libro.

  12. utente anonimo ha detto:

    lilith, per me è stata una delusione. Rispetto a quelli precedenti non c’è confronto. Un passo falso (sempre di alto livello). Ma aspetta di leggere “The road” e vedrai la differenza.

  13. ghiaccioblu ha detto:

    achille 81: non so, salvezza mi fa troppo cattolico…
    utente anonimo: garante mi fa troppo giuridico-politichese…
    l’avessi tradotto io ci avrei messo almeno dieci giorni a decidermi. vedremo la scelta del traduttore, esce a settembre, per Einaudi…

    E su Non è un paese per vecchi sono d’accordo con l’anonimo. Ottimo libro, non un capolavoro. Il film anche io me lo aspetto bellissimo. ( Anonimo, ma dài, firmati!)
    s

  14. lilith70 ha detto:

    capolavori di Mccarthy sono solo – a mio parere – ‘oltre il confine’, ‘Meridiano di sangue’, il ‘buio fuori’, ‘figlio di dio’. quello che mi è piaciuto meno è ‘il guardiano del frutteto’,; ‘non è un paese per vecchi’ mi sembra più che un buon libro. la filosofia del killer vale tutto il libro.

    utente anonimo, dai svelati, son curiosa anch’io.

    simo: un bacio

  15. lilith70 ha detto:

    non sono una traduttrice – quindi simo,prendila per quello che è – ma forse quel ‘salvezza’ potrebbe andare no? i libri di mcCarthy sono intrisi di ‘religiosita’

  16. ghiaccioblu ha detto:

    si, deb, è vero, però non mi convince lo stesso…comunque sono quasi arrivata in fondo…andrebbe sottolineato tutto, non c’è una frase inutile, è pesante – denso- come un macigno…(nel senso buono, eh…)
    s


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...