cw

Può darsi che non riesca a scrivere nulla, e tuttavia il viaggio non perde il suo fascino: leggendo, guardandomi attorno e ascoltando, imparerò e scoprirò molte cose… Ammettiamo pure che questo viaggio sia una sciocchezza, una cocciutaggine, una stravaganza; ma riflettete un po’ e ditemi cosa perdo, facendolo. Tempo? Denaro?… Il mio tempo non vale nulla, denaro non ne ho mai, comunque sia….

Anton Cechov

Una mappa dell’Ucraina. Le linee sottili delle strade da segnare con un evidenziatore. Il numero di cellulare di K. appuntato sul muro. Ancora non l’ho chiamata, continuo a rimandare, anche se so che di tempo non me ne rimane più molto. Continuo a sperare che qualcuno decida di venire con me. Non mi piace viaggiare da sola. Non mi piace il genere di viaggio ‘protetto’ che una donna da sola deve per forza di cose scegliere. Mi piace sbagliare strada, non aver prenotato gli alberghi, decidere all’ultimo momento se prendere un pullman, un treno o affittare una macchina. Mi deprimo all’idea di cene solitarie e giornate di silenzio. E’ sempre una lotta, decidere di partire. Una lotta contro la paura dell’imprevisto, le difficoltà iniziali e la pigrizia. Mi consolo pensando che anche Cechov, prima di partire per Sachalin, ha tergiversato molto a lungo. E continuo a sperare in un miracolo: che il compagno di viaggio perfetto si manifesti così, da un giorno all’altro. E’ per questo che aspetto a chiamare K. Vorrei prenotare due posti invece che uno. C’è qualcuno là fuori?
Annunci

5 commenti on “”

  1. flalia ha detto:

    Chissà, forse il compagno di viaggio perfetto lo troverai durante il viaggio (capita). Te lo dice una a cui vien sempre il torcicollo “psicosomatico” perfino alla sola idea di spostarsi da Bologna a Piacenza… Però poi, appena ci si mette in viaggio, capita di non voler tornare più, anche se si è donne e sole. Ciao!

  2. nadezhda ha detto:

    hai già fissato le date?
    quando? per quanto tempo?

  3. utente anonimo ha detto:

    Se passiamo per Cracovia all’andata o al ritorno…

  4. utente anonimo ha detto:

    Se il lavoro non mi impedisse persino di immaginarlo un viaggio così, forse mi sarei proposto per partire. Dall’Ucraina provengono così poche notizie, si sa così poco e il viaggio che vuoi fare è importante. Per vedere, per capire.
    Devo dire che dopo aver letto il capitolo di ‘E’ Oriente’ di Rumiz in cui passa per l’Ucraina partirei con un po’ di inquietudine. Non è un viaggio semplice.

    pat

  5. ghiaccioblu ha detto:

    per il viaggio che voglio fare, flalia, il compagno sarebbe meglio trovarlo prima.

    per nadezhda. entro aprile. e non ho idea della durata. dieci, quindici giorni, dipende.

    per l’u.a. cracovia? why?

    Caro Pat, dalle parole che mi scrivi, intuisco che potresti essere il compagno di viaggio perfetto. Peccato. Tutti quelli con cui parlo mi dicono: cosa vuoi che sia, in fondo vai in pullman con le badanti. Temo che non sappiano niente, che non capiscano di cosa parlo. Se riuscissi, vorrei passare anche dalla Transnistria. E poi arrivare fino a Kharkov. Ma io sogno sulle cartine. E nessuno vuole partire. Ecco, Rumiz è uno che viaggia esattamente come piacerebbe fare a me. ciao.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...