LA BAMBINA FILOSOFICA 2
di VANNA VINCI

striscia_04striscia_06E’ uscito finalmente il secondo volume con le strisce della Bambina Filosofica. Dalla prima volta che l’ho letta c’è stata un’identificazione spaventosa. La bambina è caustica, cinica, nichilista, solitaria, le fa schifo quasi tutto, tratta male gli altri bambini e passa il suo tempo a rimuginare. In fondo, non è così incorruttibile come crede di essere e dietro la scorza c’è un’anima candida (ma lei non lo ammetterà mai). Vanna Vinci è una grande del fumetto contemporaneo. (Giuro che nonostante il cognome non siamo parenti e questo non è uno spot.)
Annunci

7 commenti on “”

  1. FiocoTram ha detto:

    ‘La bambina filosofica’ è meravigliosa!

    ” C’è chi ritrova sé stesso facendo yoga, o meditazione… io ritrovo me stessa in un’osteria”

    Avviso tra l’altro gli utenti Sala Borsa di Bologna che il primo volume è disponibile per la consultazione in catalogo.

  2. dieffe ha detto:

    Io nell’adolescenza leggevo i fumetti di “Tank Girl” ed era tutto ciò che volevo essere. E’ stato uno shock giungere alla consapevolezza dell’impossibilità della cosa. Allora ho iniziato a boxare, scalare monti, limare saponette, costruire anarchia.
    Insomma, avvicinarmi ai limiti.
    In questi giorni mi identifico in Samuele Bersani vestito da zingaro con le borchie e un tatuaggio dei Black Flag dietro al collo. Valle a capire tu, le cose.

  3. PaoloFerrucci ha detto:

    Bellissima questa bambina filosofica.
    Mi sembra la versione “hard” e aggiornata dei peanuts.

    ciao

  4. utente anonimo ha detto:

    bè bersani vestito da zingaro con tatuaggio hardcore dei black flag sul collo è l’immagin emigliore che mi sia stata descritta anche se inderettamente da anni… io che lo vedo sempre con improbabili maglioni con una piadina in mano…
    k.k.

  5. utente anonimo ha detto:

    e questo la dice lunga sul mio stato attuale ;-))

    bisous,
    dieffe

  6. alice121 ha detto:

    di Vanna Vinci ho Aida al Confine. Una storia di una ragazza ambientata a Trieste. Che m’ha fatto salire la voglia di andarla a vedere Trieste.

  7. FiocoTram ha detto:

    Vero.
    Anche i fumetti più ‘seri’ della Vinci sono graziosi.
    Trieste in effetti è resa in maniera quasi tridimensionale.
    Mi piace molto anche Guarda che Luna.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...