roma 005

   A Trastevere, a seconda che dalla finestra, quando ci si sveglia, si guardi in alto, oppure in basso.

roma 006

Io lo capisco, quel signore che preferisce coltivare le sue rose, lo capisco sin troppo bene. Però qui a Roma, e immagino in tanti posti, in questi ultimi giorni abbiamo avuto paura. Avevamo, comunque stia per finire, ragione di avercela. In modo sintetico, Michele Serra ha detto l’essenziale.

Un esercizio da ripetere ogni singolo giorno: guardare in alto, ma tenere bene a mente cosa c’è in basso.

Annunci

3 commenti on “”

  1. PaoloFerrucci ha detto:

    Io (e come me tanti) queste considerazioni le faccio da molto tempo. Già nel ’97 quando, se non ricordo male, venne fatto cadere il primo governo Prodi per gli atteggiamenti “duri e puri” di rifondazione.

    Abbiamo avuto paura, ma non così tanta, perché credo che si troverà il compromesso.
    Ciò che mi preoccupa, piuttosto, è il cambiamento registrato dai sondaggi nell’opinione pubblica: quello mi spaventa.

    ciao, Simona. 🙂

  2. utente anonimo ha detto:

    Il governo, qualunque sia, è il governo della quinta potenza
    mondiale, e detiene quindi il quinto posto nelal vertiginosa responsabilità
    di poter fare qualcosa per fermare la doomsday device della crescita economica e demografica, e di non volerlo fare. Di contribuire per
    errore (cosciente e insisitito) e omissione alla prossima fine dell’avventura umana sulla terra.

    Qualunque sia il governo: se a darmi la pedata che mi spinge nell’abisso sia stato il mocassino di P o lo stivale degli amici nostalgici di B che mi cambia a me, mentre precipito?

    Una conferma stamattina sui giornali: il P-bis promette
    più case popolari, ovvero come continuare a cementificare anche quando il mercato finalmente mostra qualche crepa.
    Forse, se permane il disagio abitativo con uno stock di costuito che
    potrebbe ospitare comodamente un centinaio di milioni di italiani, la soluzione non è costruire ancora, no?

    La mia paura, Simona, è purtroppo più radicale e radicata, e dal sigaro di Bersani mi aspetto solo fumo tossico, e neppure una cura palliativa per rendere più dolce la fine…
    Ciao
    Wolf

  3. ghiaccioblu ha detto:

    sono in tutto, e sottolineo TUTTO, d’accordo con te, continuo però a pensare, che in date circostanze, c’è un peggio del peggio….forse sbaglio…

    s.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...