images
La vita di una donna che, secondo l’antica leggenda coloniale, fu costretta a portare sempre la lettera A cucita sul vestito, come pena per aver commesso adulterio.

Nathaniel Hawthorne, Taccuini americani

I taccuini americani di H. sono composti di frammenti, rapide notazioni di ambienti, personaggi, possibili trame di racconti o romanzi. La maggior parte, sono rimasti quello che erano e non sono mai stati sviluppati. Questo invece è il germe de La lettera scarlatta. Spesso i romanzi nascono così: da un’immagine, da una situazione ( reale o immaginata). Un nucleo incandescente, una specie di cuore.
Annunci

5 commenti on “”

  1. flalia ha detto:

    Anche qualche post fa ai citato i “Taccuini americani”, ma che edizione hai? Con quel titolo non esistono in nessuna biblioteca di Bologna. Io di Hawthorne sto leggendo “Tutti i racconti”, alcuni sono davvero belli e lui come autore mi piace molto.
    Ciao,
    Ilaria

  2. ghiaccioblu ha detto:

    l’edizione è Ripostes, Salerno-Roma, 1992. E’ un libriccino chiaro, di poche pagine, letteralmente sottratto nottetempo dalla biblioteca di un mio amico. Prova a cercarlo in rete. Comunque, è solo un estratto dai taccuini di H., che se leggi l’inglese puoi trovare a questo indirizzo:
    http://www.eldritchpress.org/nh/pfanb01.html

    PS Tra i racconti, leggi Wakefield e Il velo nero del pastore!

  3. flalia ha detto:

    Grazie per la risposta. Lo cercherò oppure leggerò l’originale.
    i due racconti che citi li ho letti e sono molto belli. In realtà ho scoperto i racconti di Hawthorne grazie a un bel romanzo di Rick Moody dal titolo “Il velo nero”, ispirato proprio al racconto di Hawthorne e alle atmosfere “puritane”
    Ciao,
    Ilaria

  4. PaoloFerrucci ha detto:

    Verissimo.
    Le suggestioni possono nascere da piccole cose che dentro sviluppano una concatenazione di idee, desideri, ricordi, associazioni.

    Ciao, Simona, felice di averti trovata.

    (un “collega”) 🙂

  5. Luna70 ha detto:

    Già, un romanzo può nascere da qualsiasi spunto, un’idea improvvisa, un qualcosa che ha colpito la nostra mente e immaginazione. E nel caso de “La lettera scarlatta” direi che è stata una bella ispirazione! 🙂 Un saluto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...